05/02/2021

E’ stata scoperta una versione modificata del malware di cryptojacking Pro-Ocean che mira a sfruttare la potenza di calcolo delle infrastrutture cloud per estrarre criptomonete.

Inizialmente utilizzato per attacchi più semplici da parte del Rocke Group cinese, Pro-Ocean è stato arricchito con funzionalità di worm e rootkit che ne hanno accresciuto la pericolosità trasformandolo in una “minaccia evasiva” capace di eludere il suo rilevamento da parte degli agent utilizzati dai fornitori di servizi cloud.

Fonte www.cybersecurity360.it link